© 2020 all right reserved PublicEnergy.it - performing business | Powered By InfoPage.com and TeamBulding.it
 
sede di Milano: Spazio BM10
www.spaziobm10.com
- corso base   - corso 4x2
- corso intensivo
- corso podcast
corso video
- lezioni individuali
- servizio video professionale
- invio candidatura TEAM
PublicEnergy.it

facebook
twitter
vimeo
LogoPublicEnergy500

performing business

Pubblic Energy corso intensivo 

contatti

groupmate-making-speech-ZK4QT3R

a cura di Cesare Gallarini

Potenzia al massimo la tua energia in scena

Il corso intensivo si sviluppa nell'arco di 4 settimane per 4 ore tutti i martedì e i mercoledì, più un sabato per 8 ore, per un totale di 32 ore di training dove verranno affrontate e approfondite tutte le tecniche teatrali per dare il migliore impatto quando si è in scena con il proprio business. In quattro settimane si avrà la possibilità di vedere la differenza fra il primo speech registrato il primo giorno e lo speech registrato alla fine del percorso. Giorno per girono si dovrà mettere in pratica quanto appreso nei giorni di studio. Lo scopo è affrontare subito i propri limiti con tutte le opportunità che la comunicazione contemparanea offre e richiede. Si affronteranno le problematiche di quando si parla da soli, in coppia o in gruppo. Per questo motivo le startup e le imprese con più soci sono invitate a partecipare con tutto il gruppo dirigente per far crescere l'affiatamento che è il biglietto da visita di quando ci si presenta in pubblico. L'aula sarà composta da massimo 20 persone per avere massimo coinvolgimento di ciascuno e un giudizio da un gruppo rappresentativo: quando si è giudicati da almeno da un pubblico amico allora si migliora molto grazie a critiche e complimenti. Richiedi maggiori info sul corso intensivo qui.

Gallarini_Corso_SocialCesare_Gallarini_Corso_lavoro282987_10200308285619370_18892687_n50843228_2390804200930256_7610086461102096384_oPalco_GallariniCorso_bocconi_Cesare_GallariniIMG-20190220-WA0003.jpegWP_20170621_20_37_08_Pro2

Perchè utilizzare le tecniche teatrali

Fare teatro significa far passare le emozioni che vuoi che vengano recepite. La differenza fra recitare male e regìcitare bene è proprio quella di far passare o non far passare quello oin cui tu credi. Il proprio business, la propria startup, il proprio lavoro è l'aspetto che più ci valorizza e sul quale investiamo di più.  E' determinate come si dice un qualcosa. Tu sei l'esperto del tuo campo e sicuramente in pochi sono preparati come te. Nessun competitor ti può insegnare nulla ma devi imaprare a saperti esprimere con il meglio della tua energia. Saper tirare fuori l'energia è una teatrale che vale in qualsiasi palcoscenico.

Da dove viene?

Da dove viene questa necessità energetica? Dai tempi dei teatro di Epidauro si studiano e applicano le tecniche per tenere viva l'atteniozione da due a 15.000 persone. Oggi con i social, si può facilmetne raggiungere una platea con questi numeri. Per questo motivo si deve sapere volorizzare al meglio il modo di esprimere la propria energia. L'essere convincenti dipende tutto dalla modalità e dalal quantità di energia che viene fatta uscire dal nostro parlare, guardare e muoversi. Parlare significa anche usare le pause del silenzio e muoversi significa sapersi fermare in scena. L'attenzione del pubblico si tiene con il ritmo teatrale. E' queto che viene studiato e applicato nel corso intensivo.

image-144

Public Energy

Teatro d'Impresa

Il TEATRO D'IMPRESA  come mezzo  efficace di coinvolgimento per approcciare argomenti trasversali  vicini alla sfera personale ed emotiva e temi centrali e fondanti per lo sviluppo di un business.

 Saranno affrontati 10 TEMI, attraverso “pillole formative” della durata di 4 ore ciascuna. 

1)    PASSIONATE COMMITMENT (impegno appassionato) : la passione, il vero motore del lavoro. Per costruirlo, cercarlo e mantenerlo. Non è facile ma, se si ha passione è sicuramente più semplice trovare la strada. Primo Levi sosteneva che “trovare un lavoro che si ama corrisponde alla migliore approssimazione della felicità sulla terra”. La passione non annulla la fatica o lo stress, ma rende tutto questo più sopportabile perché ogni sacrificio è fatto in nome di un progetto più grande.

 

2)    CUSTOMER CENTRICITY (centralità del cliente): dal business prodotto-centrico a quello che mette al centro il cliente. Vanno potenziate la capacità di ascolto, la capacità di passare  “dalle parole ai fatti”, il coinvolgimento del team nelle decisioni, la definizione di ruoli chiari e la capacità di elaborare un piano definito, efficace e misurabile

 

3)    COLLABORATION (spirito di collaborazione, lavoro di squadra): rendere il lavoro dei team efficace e collaborativo, a partire dall'autovalutazione di ogni componente fino ai metodi per una gestione positiva delle relazioni. Conoscersi per valorizzare le differenze, attuare una comunicazione responsabile, sapendo dare e ricevere feedback

 

4)    AGILITY (capacità di adattamento ai cambiamenti): in un mondo in costante e veloce cambiamento, sono fondamentali adattabilità, flessibilità ed equilibrio per plasmarsi e adattarsi ai mutamenti dell’ambiente, in particolare quello lavorativo. Le interazioni tra individui e gruppi con valori simili e unità di obiettivi a lungo termine, la co-evoluzione e l’auto-organizzazione che richiedono grande maturità, sia individuale che di gruppo. L'imprenditore, così come il lavoratore, devono attivare processi che consentano governance dinamiche; sfruttare i vantaggi della tecnologia e l’apporto di dati accurati; porsi le domande giuste e analizzare le informazioni; prendere decisioni e agire. Tutto ciò si ottiene grazie a un mix di resilienza, intelligenza sociale e capacità di azione che supportino un chiaro scopo organizzativo. In questo il welfare gioca un ruolo chiave attraverso la formazione, che prepara tutti i livelli aziendali a collaborare e a gestire i cambiamenti.

 

5)    BUSINESS ACUMEN (senso per gli affari): acume significa avere una visione, una percezione, una nitidezza. Il senso degli affari si sviluppa a partire dalla consapevolezza dei propri punti di forza per poi individuare su cosa puntare, sapere che cosa  funziona o no, creare i presupposti per confrontarsi e discutere. Ma, prima di tutto, bisogna essere in grado di riconoscere le proprie attitudini, i punti di forza e di debolezza.

 

6)    CAN DO ATTITUDE (atteggiamento positivo): quando nella vita o nel lavoro ti trovi di fronte a una sfida o un'opportunità, assumi un atteggiamento positivo o negativo? Con il primo puoi fare in modo che i tuoi sogni diventino realtà. Un atteggiamento mentale positivo non solo genera azioni positive, ma rende possibile trovare molte soluzioni ai svariati problemi che quotidianamente ci si pongono di fronte, nella vita come nel lavoro, sapendo distinguere gli atteggiamenti abrasivi e gli atteggiamenti costruttivi.

 

7)    STRIVE TO EXCELLENCE (ricercare costantemente l'eccellenza): allenarsi mentalmente ad eccellere e a superare le difficoltà nel lavoro e nella carriera. Riconoscere e migliorare gli aspetti emotivi, mentali e comportamentali per  sviluppare ciò che è il “meglio di noi stessi”. Lavorare sulla crescita personale e sul senso di responsabilità per diventare  consapevoli di come  migliorare negli stati d’animo e nell’efficacia

 

8)    LEADERSHIP: si diventa team leader dall’efficacia dimostrata durante il lavoro in gruppo. L’esperienza operativa e le competenze tecnico-specialistiche hanno un valore inestimabile, ma per sostenere le nuove responsabilità sono necessarie nuove competenze gestionali. Si lavora sul passaggio da membro del team a leader, fornendo gli strumenti per una consapevole gestione delle dinamiche di gruppo.

 

9)    COMMUNICATION STRATEGY (gestire efficacemente la propria strategia di comunicazione): tratto dal manuale di Cesare Gallarini “il Guerriero, il Saggio, il Clown”: gestire in modo efficace processi e  strategie di comunicazione. Partendo dalle teorie classiche della comunicazione efficace, verrà data, grazie la similitudine del teatro, importanza al potere suggestionante del gesto e della parola per influenzare gli stati mentali dell’interlocutore, al fine di ottenerne il consenso

 

10)CREATIVITY (allenare la creatività per fare innovazione): a chiusura del percorso, una giornata dedicate allo spirito di team, allo sviluppo della creatività e alla capacità di lavorare assieme. Sarà ideato un ipotetico palinsesto televisivo con  creatività e tecnica. Il formato dà ai partecipanti una forte carica motivazionale e  consapevolezza nella forza del lavoro di team, rafforzando la relazione, dando carica ed energia, divertendosi insieme.

Compenze da acquisire

Approcciare più efficacemente il mondo del lavoro e del business, sfruttando le TECNICHE TEATRALI per utilizzare con consapevolezza le proprie doti di leadership, flessibilità, ascolto attivo, negoziazione, comunicazione e gestione delle relazioni. Il potenziamento delle 10 Soft Skills  permette la migliore definizione di un profilo professionale capace di gestire se stessi e il gruppo di lavoro con maggiore sicurezza e consapevolezza, al fine del miglioramento dei risultati e del rendimento in ambito lavorativo.

Create Website | Free and Easy Website Builder